Ristorante Bassetto, un buon ricordo che dura da quasi 70 anni

di Iolanda Maggio 22/10/20
587 |
|
Hotel Ristorante Bassetto - impiattamento

Il Ristorante Bassetto a Ferentino (FR), della famiglia Concutelli, è sinonimo di qualità e storia della ristorazione ciociara dall’inizio degli anni ‘50.

Buon Ricordo? Sì, ovvio e anche molto di più...

Qui si parla di quasi 70 anni di ristorazione alle spalle. Ebbene sì, racconta il mitico "zio" Giggino (all’anagrafe Luigi Concutelli che insieme al fratello Maurizio dirige il ristorante), era il 1954 quando il suo papà Enrico insieme a suo fratello Pierino, commerciante di bestiame, decide di voltare pagina e dedicarsi anima, corpo e famiglia all’attività di ristoratore. 

All'epoca il ristorante era sotto il paese di Ferentino, qualche manciata di chilometri da Frosinone, ma qualche anno dopo, esattamente il 27 maggio del 1962 decidono di spostarsi nell'attuale posizione: Via Casilina, 110. Gli chiedo come mai ricorda ancora la data con tanta precisione e mi risponde - il viso si illumina - che il 2 giugno di quell'anno fu inaugurata l'autostrada Roma-Napoli. 

Una svolta, i clienti iniziarono a venire anche da lontano e a fermarsi costantemente lì dal mitico Bassetto (soprannome affibbiatogli per la statura contenuta). Non c’erano i social e siti internet e la comunicazione erano il passaparola degli avventori in primis e qualche sporadica recensione scritta da giornalisti professionisti poi (le guide gastronomiche all’epoca non esistevano ancora, se non la Guida Michelin: le primissime guide italiane iniziarono a comparire solo un decennio dopo). 

Non c’erano quindi, come spesso capita ora, recensioni scritte da blogger improvvisati o pseudi-critici “leoni della tastiera” dalle facili recensioni su TripAdvisor & co. Qui il successo e la popolarità sono arrivati con i vecchi metodi: cucina ottima/prezzo onesto/accoglienza calorosa. Erano anni d'oro, tanto lavoro ma anche tante soddisfazioni. Erano gli anni del boom economico e per chi lavorava con dedizione i risultati e le gratifiche, anche economiche, erano garantite… altri tempi racconta Giggino, e un po’ di quell'atmosfera nella sala del ristorante si respira ancora: i camerieri con la loro giacchetta bianca, i carrelli di legno, i piatti dell'Associazione dei Ristoranti del Buon Ricordo, della quale fanno parte, sparsi ovunque, vecchie foto alle pareti e un servizio premuroso. 

Poi iniziamo a parlare della situazione attuale e gli occhi si fanno lucidi. Tanti anni di sacrifici messi a dura prova, tanti dipendenti, gli stipendi da pagare, i tre mesi di fermo totale e ancora tanta incertezza. Già da qualche tempo prima del fatidico 10 marzo, inizio del lockdown, le prenotazioni erano diminuite e ancora adesso i clienti sono pochi per mantenere una struttura che da anni è anche un hotel. Le stanze dell'albergo restano vuote, i tavoli, dimezzati di numero come da disposizioni di legge, invece vanno via via riempiendosi mentre parliamo, ma sono sempre la metà di quelli di prima. Tanta incertezza, tanto dispiacere e insicurezza per quello che sarà nei prossimi mesi...ma anche la tenacia tutta italiana di non mollare mai. Aiuti per il settore ristorazione/hotellerie stentano a vedersi e non sono incisivi, bisogna contare sulle proprie forze e sulla capacità di reinventarsi.

Ma qui una certezza c'è ed è quella che fa la differenza: la cucina di Bassetto è solida, collaudata da anni e anni, ed è una garanzia.

Piatti semplici, menù di tradizione, ingredienti eccellenti e qualità indiscussa. Il prosciutto ciociaro tagliato a mano, dolcissimo, accompagnato da un turbante di pane croccante farcito di ricotta profumata al limone. Assaggiamo anche il saccottino di pasta fillo con zucchine in agrodolce e fiore di zucca pastellato: una delizia

Tra i primi gli imperdibili fili d’oro storici di Bassetto conditi semplicemente con pomodorini, acciughe e prezzemolo e un delicatissimo piatto di gnocchetti di carote conditi con crema di rucola e la tipica marzolina grattugiata sopra. Un saporito abbacchio alle erbe dei monti Lepini cotto al forno accompagnato da verdure grigliate si rivela un secondo piatto che riesce ad essere incredibilmente perfetto e leggero.

Chiudiamo in dolcezza con i due “piatti forti” della sezione dessert: il gelato alla crema fatto in casa servito in una cialda sottile e completato al tavolo con una goduriosa mestolata di cioccolato che a contatto col freddo gelato diventa una crosticina squisita; l’altro immancabile dolce è la millefoglie sbriciolata con crema pasticcera, cioccolato e amarene sciroppate.

Mentre io gusto ogni boccone compiaciuta e satolla, guardo gli altri tavoli, clienti affezionati che vengono salutati per nome. Le bambine coccolate come bamboline. Un signore da solo assorto nel suo telefonino lasciato tranquillo senza mai eccessive ossequiosità. Le famiglie salutate con le distanze previste con ampi sorrisi… e si capisce che sono clienti di sempre. 

Questo è uno di quei ristoranti dove le tre generazioni che si sono succedute hanno consolidato la fama di approdo sicuro e affidabile facendo del nome Bassetto un sinonimo di qualità e storia della ristorazione ciociara, sia a livello locale che in tutta Italia. 

 

Ristorante Hotel Bassetto
Via Casilina km 74,600
03013 Ferentino (FR)
Tel. +39 0775 244931
Fax +39 0775 244399
http://www.hotelbassetto.it/
[email protected]
https://www.facebook.com/bassetto.ferentino/
https://buonricordo.com/ristoranti/lazio/ristorante-hotel-bassetto
Sempre aperto

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Hotel Ristorante Bassetto
22/10/20 Redazione




Editoriale della Settimana

Eventi

Gennaio 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·
·
https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA
https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL