Risotto con latticello di mozzarella, menta e peperone crusco

di Antonella Amodio 20/06/20
3298 |
|
Risotto con latticello di mozzarella, menta e peperone crusco con abbinamento Villa Sandi

Un piatto insolito e di sicuro effetto che abbiniamo all’Asolo Prosecco Superiore Docg Brut Villa Sandi.

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di riso Carnaroli, 1 Lt di brodo vegetale. 4 peperoni cruschi secchi, 2 rametti di menta, 3 cucchiai di olio extravergine, 30 gr di parmigiano reggiano, una noce di burro, sale q.b., 1/2 bicchiere di vino bianco (meglio se quello in abbinamento), 1 mozzarella di bufala.

Procedimento:

Far tostare il riso in un tegame ampio con l’olio extravergine a fuoco medio per qualche minuto. Sfumare con il vino bianco e aggiungere un mestolo di brodo caldo. Mescolare.

A bisogno unire il brodo vegetale e mescolare di rado il risotto. Cuocere fino al tempo indicato in confezione.

Nel frattempo mettere le foglie di menta nel forno caldo (150°C) e farle essiccare (va bene anche il microonde), ci vorranno pochi minuti. Fare lo stesso procedimento con i peperoni cruschi per renderli più croccanti. 

Quando il riso è pronto, spegnere e mantecare con la noce di burro freddo e il parmigiano reggiano. Mescolare, aggiustare di sale e aggiungere il siero della mozzarella ottenuto premendo tra le mani il latticino. 

Mescolare e impiattare. 

Guarnire con scaglie di peperoni cruschi e menta sbriciolata. Completare il piatto con foglie di menta fresca e un filo di olio extravergine dal retrogusto erbaceo.

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Asolo Prosecco Superiore Brut Villa Sandi

Giallo paglierino chiaro e perlage fine. Al naso profumi particolarmente fruttati di mela golden e pera Williams accompagnati da note di fiori bianchi. Al palato è fresco e morbido, riproponendo le note fruttate avvertite al naso. Finale equilibrato e salino.

Zona di produzione: le colline del Montello e dei Colli Asolani, nel comprensorio Docg, in provincia di Treviso, ai piedi delle Dolomiti. Queste colline sono composte da suoli mediamente profondi con buone dotazioni minerali.

Vitigno: glera, allevato a spalliera e doppio capovolto, proveniente dai vigneti di proprietà certificati secondo lo standard Biodiversity Friend.

Vendemmia: seconda decade di settembre.

Produzione: le uve intere vengono messe intere in pressa pneumatica per la pressatura soffice e il mosto ottenuto, dopo un primo travaso, viene messo in serbatoi a temperatura controllata dove rimane fino al suo utilizzo per la produzione dello spumante. Il mosto con aggiunta di lieviti selezionati da Villa Sandi viene poi messo in recipienti termocondizionati dove avviene la fermentazione a temperatura controllata a 15-16°C per esaltare tutti i profumi della vendemmia. Una volta raggiunto il grado alcolico e zuccherino desiderato, la fermentazione viene bloccata tramite la refrigerazione. Dopo un breve periodo di decantazione lo spumante è pronto per l'imbottigliamento. 

Gradazione alcolica: 11% vol.

Temperatura di servizio: 6-8°C.

Abbinamento gastronomico consigliato: Ottimo come aperitivo. Si accompagna bene con finger food, insalate di mare, formaggi vaccini semi stagionati.

QUESTA RICETTA È OFFERTA DA VILLA SANDI





Editoriale della Settimana

  • Le annate piccole

    di Daniele Cernilli 06/07/20

    La storia dei nostri vini ci insegna che un’annata media o scarsa in una regione può...

Eventi

Luglio 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
3
4
5
6
7
8
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL