Cantine Ciani, una sorpresa dell’Irpinia

di Antonella Amodio 14/01/20
1727 |
|
Cantine Ciani irpiania Campania panorama

C’è un nuovo indirizzo da segnare in agenda per i wine lover: Cantine Ciani, tappa obbligata per chi cerca eleganza nei vini irpini. 

Il casato Ciani, che produce vino fin dal 1700, ha sperimentato per primo - nel lontano 1948 - proprio sui terreni di famiglia sulle colline di Mirabelle Eclano, il primo impianto di vigneto a spalliera dell’Irpinia. Nella terra vocata alla produzione di aglianico, greco e fiano, che danno vita a tre Docg della Campania, Armando Ciani costruisce nel 2006 l’attuale e moderna cantina, che sorge circondata da vigne e olivi secolari, e dove viene offerta anche la possibilità di gioire della tranquillità e della bellezza del paesaggio in una delle camere finemente arredate che guardano l’incontaminata Irpinia. 

Con la collaborazione dell’enologo Angelo Pizzi, Ciani produce vini che sono un’orgogliosa testimonianza di quel fazzoletto di terra: vini estranei all’omologazione e ricchi di tipicità, che appagano in eleganza e pulizia organolettica, sorprendendo per stile e complessità difficilmente raggiungibili, mentre possiedono un godibile sorso snello, che lascia un ricordo chiaro e raro. 

Un esempio è nel Taurasi 2009 - annata adesso in commercio - che racchiude nella bottiglia la straordinaria capacità di invecchiamento del vitigno aglianico, legato soprattutto al terroir (suolo, esposizione e microclima che interagiscono con la pianta, e - aggiungo - con l’uomo), con un tannino misurato e ingentilito dal tempo e un’acidità che conferisce al vino forza e profondità. 

Così come i vini bianchi, che - nonostante la giovane età - mostrano caratteristiche ben precise, rimandando alla terra aspra e al freddo dell’alta Irpinia negli inconfondibili richiami olfattivi di agrumi e floreali (ciclamino e agrifoglio in primis) e in quella acidità netta e viva.

Le uve sono selezionate e raccolte in parte nei 6 ettari di vigneti di proprietà impiantati ad aglianico, e in parte dai conferitori di uva a bacca bianca, situati a Montefusco, Santa Paolina, Montefredane e Lapio. La produzione totale si aggira sulle 100.000 bottiglie e completano la gamma un Irpinia Rosato e un Greco di Tufo con maturazione in legno.

Taurasi 2009 

95/100 - € 20,00 

Da uve aglianico. Matura in botti di rovere di Allier e di Slavonia (barrique, tonneau e botti da 25 hl) per un totale di circa 18 mesi. Colore rosso granato luminoso. Olfatto ampio di marasca, mirtilli, humus, raffinata violetta e lavanda. Boisé in sottofondo con un accenno di spezie. Teso, acido ed elegantissimo. I tannini setosi contribuiscono a realizzare l’equilibrio straordinario del vino. Chiude con una lunghezza interminabile. 

35.000 bottiglie.

Fiano di Avellino 2018 

94/100 - € 12,00 

Da uve fiano provenienti da contrada Arianiello, Lapio. Acciaio. Paglierino luminoso. Profumi di foglia di pomodoro, agrifoglio, mandorla fresca e macchia mediterranea. All’assaggio è salino, caldo, composto, fine e di bella persistenza. Suggerisco di lasciarlo qualche anno in cantina.

30.000 bottiglie.

Greco di Tufo 2018

94/100 - € 12,00 

Da uve greco allevate a spalliera. Acciaio. Giallo paglia. Naso persistente di albicocca, ginestra, frutto della passione e arancia amara. Salmastro, succoso e ampio, poi fresco e di lunga progressione. 

20.000 bottiglie.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Ottobre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
https://www.montezovo.com/i-vini/vini-della-tenuta-di-caprino/
https://www.vallepicciola.com/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL