L’Olivaio, un grande produttore di olio marchigiano

di Marco Oreggia e Laura Marinelli 06/02/20
666 |
|
Frantoio L'Olivaio i 3 soci

Sempre di grande pregio è l'extravergine Spalià, monocultivar di tenera ascolana. 

L’Olivaio nasce nel 1962 e da allora tre generazioni di frantoiani si sono succedute, ampliando i propri possedimenti e rinnovando la struttura. Recentemente sono entrati a far parte dell’azienda due giovani soci, Davide Morganti al fianco del “maestro” Valter Cestini. 

Attualmente il patrimonio è composto da 10.200 piante, distribuite su 37 ettari, dalle quali si ricavano 1.500 quintali di olive e circa 218 ettolitri di olio. Le colline dove si trovano gli ulivi sono quelle intorno alla sede di Castelleone di Suasa, e poi a Ostra Vetere, Ostra e Offida.

Due gli extravergine presentati al nostro panel di degustatori, entrambi monocultivar: Suasae (varietà raggia) e l’ottimo Spalià (ascolana tenera), che affiancano nella produzione due blend Igt Marche, il Kryà (bio) e il Verde, e il blend “base” Olivaio. 

Spalià

Monovarietale ascolana tenera. Fruttato medio. Ciclo continuo. È di un bel colore giallo dorato intenso con riflessi verdolini, limpido. Al naso è ampio e avvolgente, ricco di sentori fruttati di pomodoro di media maturità, mela bianca e banana, cui si affiancano toni vegetali di fave e sedano. Fine e di carattere in bocca, sprigiona note di lattuga di campo e chiude con ricordo balsamico di basilico, menta e prezzemolo. Amaro deciso e piccante spiccato.

Circa € 17 la bottiglia da lt. 0,500.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Febbraio 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
2
3
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
19
20
21
22
23
24
26
27
28
·
·
·
·
·
·
https://www.kellereibozen.com/
https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL