A Verona il primo Sustainable Winegrowing Summit (SWS)

di Redazione 24/01/18
1222 |
|

Appuntamento mondiale tra gli esperti di settore vinicolo sulle tecniche di sostenibilità ambientale, tra tradizione e innovazione.

Per un giorno Verona sarà capitale della sostenibilità. I più grandi professionisti del settore di tutto il mondo, infatti, si sono dati appuntamento il 2 febbraio per la prima edizione del Sustainable Winegrowing Summit (SWS), incontro internazionale itinerante, interamente dedicato alla sostenibilità, con un focus specifico sulle nuove tecnologie di precision farming a basso impatto ambientale.

“Oggi i produttori di vino di alta qualità non possono non confrontarsi con questi temi, dalla gestione sostenibile delle risorse naturali, all’innovazione delle tecniche gestionali e necessità di adattare le tecniche di coltura ai cambiamenti pedoclimatici – spiega Olga Bussinello, Direttore del Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella. – Per il Consorzio è diventato, dunque, urgente raggiungere un modello produttivo che tenga conto di questi aspetti, con l’obiettivo di una sempre maggiore tutela e conservazione delle risorse e dell’ambiente”.

L’adozione del protocollo RRR – “Riduci, Risparmia, Rispetta” – che certifica, sul piano tecnico e attraverso il monitoraggio sull’utilizzo dei prodotti fitosanitari da parte delle aziende, la salvaguardia degli equilibri ambientali della Valpolicella, dimostra il costante impegno del Consorzio nel raggiungere l’eccellenza del vigneto anche attraverso il benessere del territorio.

“Stiamo entrando ufficialmente nel terzo anno dalla nascita del protocollo e ad oggi sono state coinvolte 114 aziende e 915 ettari. Lo scopo resta quello di ottenere la certificazione del 60% della superficie vitata” – dichiara il presidente del Consorzio, Andrea Sartori.

“Il raggiungimento di questo obiettivo – continua il direttore Olga Bussinello – porterà ad un maggior valore commerciale del prodotto e una più intensa richiesta sul mercato che migliorerà il bilancio economico aziendale. La collaborazione con gli organismi internazionali di settore sarà imprescindibile punto di forza per costituire una rete che garantisca la gestione sostenibile delle risorse naturali”.

Saranno due le sessioni nelle quali interverranno gli esperti mondiali: la prima dedicata allo State of the Art dei programmi di viticoltura sostenibile nelle diverse aree, dove gli speaker saranno Olga Bussinello (Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella), Willi Klinger (Austrian Wine Marketing Board), Steve Lohr (California Sustainable Winegrowing Alliance), Beth Vukmanic Lopez (SIP Certified), James Hook (McLaren Vale Grape Wine & Tourism Association), Stephanie L. Bolton (Lodi Sustainable Winegrowing Commission), con la partecipazione del direttore de La Verità, Maurizio Belpietro come moderatore; seguirà un light lunch, dove verranno serviti i vini sostenibili dei Paesi ospiti. La seconda parte della giornata sarà invece incentrata su tematiche più strettamente economiche, con la partecipazione dei più alti esponenti istituzionali del settore, come Beatrice La Porta (Wine Observatory of Sustainability), Kajsa Nylander (System Bolaget), Carolyn O’Grady-Gold (LCBO) e il presidente del Consorzio Andrea Sartori, con la moderazione del direttore di TeleArena, Mario Puliero.

Il Summit sarà ospitato ogni anno in un paese diverso, per favorire costantemente il dialogo tra gli organismi di certificazione e gli operatori di settore, al fine di creare un vero e proprio International Sustainable Winegrowing Network (ISWN).





Editoriale della Settimana

  • GDO e pregiudizi

    di Daniele Cernilli 30/11/20

    Complice la pandemia, le vendite di vino in GDO sono aumentate e probabilmente non si...

Eventi

Dicembre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
1
2
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
https://www.kellereibozen.com/
https://bagliodipianetto.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL